News dal territorio

Welfare aziendale per le farmacie lombarde

Il welfare aziendale entra in farmacia grazie all’iniziativa dell’Associazione Chimica Farmaceutica Lombarda fra Titolari di Farmacia, aderente a Federfarma.

Attraverso la partnership con UBI Banca, le circa 1000 farmacie associate (per un totale di 5 mila addetti) potranno beneficiare di soluzioni personalizzate di facile accesso e gestione del welfare aziendale anche mediante strumenti quali PC, tablet e smartphone.

Tra i servizi potenzialmente ricompresi si trovano, in particolare, quelli in grado di incidere positivamente su produttività del lavoro e qualità della vita personale quali assistenza sanitaria, previdenza complementare, istruzione, cura della famiglia, cultura, tempo libero, acquisto di beni e servizi e sostegno al reddito.

Il sistema di rete “Ubi Welfare Network” permette infatti da un lato di sfruttare i vantaggi delle economie di scala riducendo i costi, mentre dall’altro crea una rete di servizi “a km zero” che moltiplica gli effetti positivi per il contesto locale.

Questo aspetto si ricollega soprattutto al ruolo che proprio le farmacie hanno sempre avuto sul territorio come punto di riferimento di comunità, specie piccole, per quanto riguarda la cura e la salute delle persone. Le farmacie, con i loro lavoratori, rappresentano spesso quei luoghi di vita dove si incontrano e si sviluppano molte delle relazioni di prossimità nei piccoli centri.

L’iniziativa nasce proprio dalla volontà di favorire e sostenere lo sviluppo economico e sociale del territorio di cui le imprese e i lavoratori presenti sono la risorsa principale e rappresenta anche “una prima volta” per i farmacisti. Infatti, nessuna associazione rappresentativa delle farmacie private convenzionate si era mossa con un tale accordo in materia.

Iscriviti
alla newsletter
Confermo la presa visione dell’ informativa Privacy