Sospeso il bando #CONCILIAMO fino al 15 dicembre 2019. L’annuncio, comparso in data 3 ottobre sul sito del Dipartimento per le Politiche della famiglia ferma sul nascere la presentazione delle proposte progettuali.

Il bando pubblicato lo scorso 26 agosto indicava inizialmente come termine per la presentazione delle domande il prossimo 15 ottobre. Per quanto venga specificato che, alla data di sospensione, ancora non era stata presentata alcuna domanda, erano già diverse le aziende che si erano messe al lavoro per cogliere l’opportunità di ricevere un sostegno per lo sviluppo di iniziative di welfare aziendale.

Non sarà possibile per le imprese interessate presentare proposte progettuali, almeno sino a che non sarà stato completato un approfondimento tecnico-giuridico sul bando. Leggendo il provvedimento di sospensione, si specifica che si sono rese necessarie verifiche inerenti l’ammissibilità dei soggetti che possono partecipare al bando nell’ottica di garantire pari opportunità alle imprese. In particolare, aveva destato qualche perplessità da subito il requisito dei 50 dipendenti a tempo indeterminato che limitava l’accesso al bando per le piccole imprese solo in forma associata. Allo stesso modo anche le soglie indicate per la richiesta di finanziamento, che non poteva essere inferiore ai 500.000 euro e non superiore a 1.500.000 euro, ancora una volta, risultavano difficilmente alla portata delle imprese meno strutturate.

Tutto da rimandarsi, dunque, almeno fino al 15 dicembre 2019: termine che potrà essere prorogato, differito o ridotto per una sola volta per sopravvenute esigenze. Le imprese interessate dovranno dunque attendere nuove comunicazioni continuando a monitorare il sito del Dipartimento per le Politiche della famiglia.

Iscriviti
alla newsletter