Il welfare aziendale nel territorio di Cuneo / 4 Accordi e iniziative territoriali
Di Giulia Tiberi - 30 Giu 2020 |

Dopo aver affrontato il tema della diffusione del welfare all’interno della contrattazione aziendale presente nel territorio cuneese si fornisce un contributo sulla dimensione territoriale del welfare aziendale.  Infatti, allargando lo sguardo al territorio nel suo complesso, si riscontrano negli ultimi anni – 2015-2019 – una pluralità di azioni che coinvolgono associazioni di categoria, organizzazioni sindacali, soggetti pubblici e privati, enti no-profit.

La detassazione e la “welfarizzazione” del Premio di Risultato nelle imprese senza rappresentanza sindacale.

In primo luogo, si dà evidenza dell’accordo territoriale sottoscritto nel settembre 2016 tra Confindustria Cuneo e le sigle provinciali di Cgil, Cisl e Uil per l’applicazione delle agevolazioni fiscali per importi erogati a titolo di premi di risultato.

Accordo territoriale Confindustria Cuneo
Data di stipula: 9 settembre 2016

Associazioni datoriali firmatarie: Confindustria Cuneo (UIC)

Organizzazioni sindacali firmatarie: Cisl Cuneo, Cgil Cuneo, Uil Cuneo

Oggetto dell’accordo: previsioni sull’istituzione di premi di risultato in aziende senza RSU/RSA nel rispetto delle condizioni per l’assoggettamento al trattamento fiscale agevolato con possibilità che il premio sia trasformato, a scelta del lavoratore, in welfare aziendale.

Campo di applicazione: Le imprese associate (o che conferiscono espresso mandato alle associazioni aderenti al Sistema di rappresentanza di Confindustria aventi competenza sindacale) nelle quali non è costituita RSU (o la RSA) che per poter applicare l’agevolazione fiscale prevista dal decreto 25 marzo 2016 opereranno conformemente a pattuito nell’accordo. I dipendenti delle imprese (come sopra individuati) anche se occupati presso sedi o stabilimenti situati al di fuori della provincia.

Durata: 24 mesi dalla sottoscrizione con rinnovo tacito alla sua scadenza salva espressa disdetta (da comunicare almeno 30 giorni prima).

 

Iniziative territoriali per il welfare aziendale

A Cuneo sono inoltre presenti iniziative volte a diffondere nel territorio la cultura del welfare aziendale con l’obiettivo, in particolare, di raggiungere la platea della piccola e media impresa attraverso la collaborazione tra diversi attori che nel corso degli anni hanno dimostrato interesse nei confronti del welfare aziendale e hanno individuato nella condivisione di progetti e buone prassi, una via privilegiata per il raggiungimento dello scopo prefissato.

Ne sono un esempio l’Osservatorio territoriale istituito nel 2016 da Confindustria Cuneo, di concerto con le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil con lo scopo di monitorare l’andamento e la diffusione della contrattazione collettiva di secondo livello in provincia, con focus sul welfare aziendale; così come il Patto territoriale per lo sviluppo del welfare aziendale siglato nel 2019 da Confindustria Cuneo, Confcommercio Imprese, Confcooperative, UBI Banca, per sviluppare progetti e iniziative che possano fornire un sostegno al sistema economico e sociale di riferimento.

Inoltre, il Bando Cantiere Nuovo Welfare promosso dalla Fondazione CRC è stato volto a finanziare iniziative innovative, sostenibili nel tempo, in grado di favorire un’ampia partecipazione di soggetti pubblici, del privato sociale, dell’associazionismo, nella co-progettazione ed erogazione dei servizi di welfare. Tra queste si segnala il progetto Talenti Latenti, rete per un welfare di comunità nato dal partenariato tra l’ASL Cn2 e il Consorzio socio-assistenziale Alba, Langhe e Roero con l’obiettivo di incentivare lo sviluppo di un nuovo modello di welfare e incentivare le imprese locali nella realizzazione di iniziative di welfare a vantaggio dei propri dipendenti e delle loro famiglie, anche attraverso la creazione di reti e partnership tra realtà imprenditoriali.

Un altro importante impulso alla diffusione del welfare aziendale nel territorio cuneese  è stato fornito dalla Regione Piemonte, che ha promosso la strategia di innovazione sociale denominata WElfare CAntiere REgionale (WECARE), co-finanziata con il Fondo sociale europeo e il Fondo europeo di sviluppo regionale, per il sostegno e la promozione dell’adozione di piani di welfare aziendale e territoriale e la costruzione di collaborazioni e partenariati tra soggetti diversi dei territori di riferimento, quali imprese private ed enti del terzo settore, nell’intento di fornire servizi e creare migliori condizioni di benessere della popolazione in generale.

In particolare, in questa cornice, Confindustria Cuneo e Confcommercio Imprese hanno partecipato al bando WECARE con il progetto W.W.W. We Want Welfare con l’obiettivo di realizzare un insieme di azioni di sistema finalizzato a stimolare ed avviare la definizione di processi di welfare aziendale e territoriale.

Le principali azioni, che si realizzeranno con qualche adattamento in conseguenza all’emergenza da Covid-19, sono: mappatura welfare esistente sui territori messo a disposizione dagli Enti locali; analisi dei PdR siglati nell’ultimo triennio e monitoraggio mediante indagini statistiche per la rilevazione dei dati sulla diffusione del welfare con condivisione delle best practices attraverso focus group; organizzazione incontri di approfondimento sul tema welfare aziendale ad ampio respiro, per sensibilizzare i territori della Provincia sul tema; creazione di punti di incontro e ascolto alle aziende oltre che di materiale informativo e divulgativo che sarà disponibile su pagine web dedicate.

Queste iniziative potrebbero rappresentare, già nel breve periodo, un’opportunità per riuscire a promuovere una cultura sul welfare aziendale volta a sostenerne ed orientarne la diffusione complessiva verso una maggiore coerenza rispetto a quelli che sono i bisogni espressi dal territorio, nonché ad operare una ricomposizione dei sistemi di relazioni in esso presenti.

È questo il guado da saltare affinché si possa andare verso la costruzione di un welfare territoriale che possa includere iniziative di welfare aziendale e occupazionale integrata secondo una logica di sistema e di raccordo sia con le misure pubbliche sia con le azioni promosse da specifici sistemi di relazioni industriali analizzati in questa ricerca (chimico e metalmeccanico).

Articoli recenti


Le principali prestazioni straordinarie COVID-19 dei fondi...



Welfare aziendale e dichiarazione dei redditi 2020



Come richiedere il bonus per i servizi...



Vacanze 2020, tra bonus vacanze e welfare...



Prevenire il Covid anche con il welfare...


Sfrutta i vantaggi del welfare aziendale,
contattaci per creare il tuo

Piano welfare

Condividi l'articolo
Share This