Osservatorio

Fondi sanitari: CCNL di riferimento e natura delle clausole che li istituiscono / 4

Autore: Silvia Fernandez - Adua Sabato
Bio: ADAPT Senior Fellow - ADAPT Fellow

I contratti collettivi nazionali (CCNL) sono una delle fonte istitutive dei fondi sanitari (Cfr. S. Fernández, L’assistenza sanitaria integrativa di origine contrattuale: quali i settori produttivi coperti?, Welfare4People, 16 maggio 2018).  All’interno dei diversi CCNL, la parte relativa all’assistenza sanitaria integrativa si rinviene sia nella parte c.d. normativa sia nella parte c.d. obbligatoria.

La c.d. parte normativa del CCNL è costituita dall’insieme delle clausole che producono la loro efficacia nei confronti delle parti del contratto individuale di lavoro e regolamentano i trattamenti retributivi dei lavoratori. La c.d. parte obbligatoria del CCNL è composta dall’insieme di clausole che non producono la loro efficacia diretta nei confronti dei contraenti del contratto individuale di lavoro ma che si devono ritenere vincolanti esclusivamente per i soggetti che hanno stipulato il CCNL.

Il far rientrare le previsioni relative all’assistenza sanitaria integrativa in una o in un’altra parte del CCNL avrà importanti ricadute dal punto di vista dell’obbligatorietà di adesione ai fondi sanitari contrattuali per le aziende e anche dal punto di vista del trattamento economico complessivo per i lavoratori.

La questione non è pacifica ed è stata oggetto di un importante dibattito negli ultimi anni sia a livello dottrinale e giurisprudenziale che di prassi amministrativa, essendo intervenuto anche il Ministero del lavoro con la Circolare n. 43 del 15 dicembre 2010.

Secondo la posizione tradizionale le norme contrattuali istitutive di forme di assistenza sanitaria integrativa rientrano nell’ambito della parte obbligatoria del CCNL e creerebbero obblighi esclusivamente per i soggetti firmatari dei relativi CCNL. La nota del Ministero del Lavoro di 21 dicembre 2006 dichiara che tali clausole presentano “tutti gli elementi e le caratteristiche tali da rivestire natura obbligatoria”. La conseguenza che ne deriva è che tali clausole contrattuali devono essere, di fatto, obbligatoriamente applicate da quelle aziende che risultino iscritte alle associazioni datoriali stipulanti il CCNL (infatti l’iscrizione a tali associazioni determina il rispetto integrale del CCNL), mentre potrebbero essere disattese da quelle non iscritte. Tale posizione risponde al principio costituzionale dell’art. 39, co. 1 della Costituzione che sancisce la libertà da parte del singolo di non aderire ad alcuna organizzazione sindacale e al relativo assetto contrattuale. Tuttavia, la Corte di Cassazione, a tal proposito, con la sentenza n. 5625/2000 ha chiarito che la particolarità di tali clausole sta nel fatto che sebbene gli obblighi da esse previsti possono essere attuati solo dalle associazioni sindacali stipulanti, gli effetti positivi derivanti sono destinati a riversarsi sui lavoratori e datori di lavoro appartenenti ad una determinata categoria. Infatti, una volta che le associazioni stipulanti i relativi CCNL hanno istituito i fondi sanitari previsti, l’attività di questi si svolge non solo nei confronti degli iscritti alle associazioni stipulanti ma anche nei confronti di coloro che, pur non essendo iscritti alle associazioni stipulanti, abbiano concordato di applicare il suddetto CCNL di categoria ai contratti individuali di lavoro. Un’altra motivazione che viene utilizzata per sostenere che le clausole istitutive di fondi sanitari appartengo alla c.d. parte obbligatoria del CCNL deriva del fatto che i contributi per il finanziamento dei fondi sanitari a carico del datore di lavoro hanno natura non retributiva, così come confermato in giurisprudenza con la sentenza della Corte di Cassazione, 10 maggio 2001, n. 6530 in materia di sgravi contributivi.

Il Ministero del lavoro nella Circolare nella Circolare n. 43 del 15 dicembre 2010 ribadisce la non obbligatorietà dell’iscrizione all’Ente Bilaterale, posto che ogni azienda ha la libertà di non aderire ad alcuna associazione stipulante il CCNL, né ad organismi da questa costituiti, in questo caso i fondi sanitari.

Tuttavia, il Ministero del lavoro si riferisce anche ai CCNL che “oltre a prevedere un sistema bilaterale volto a fornire tutele aggiuntive ai prestatori di lavori nell’ottica di un innovativo welfare negoziale, dispongano l’obbligatorietà non dell’iscrizione all’ente bilaterale, quanto del riconoscimento al prestatore di lavoro, per quei datori di lavoro che non vogliano aderire al sistema bilaterale, di analoghe forme di tutela”, per es. attraverso il riconoscimento di una somma economica o di una prestazione equivalente a quelle erogate dal sistema bilaterale. In questo caso, il Ministero del lavoro considera che le clausole che prevedono l’obbligatorietà della tutela, che è diversa dell’obbligatorietà dell’iscrizione alla bilateralità, vanno ricondotte alla parte economico-normativa.

L’elemento distintivo per decidere se le clausole relative ai fondi sanitari, sia quelle che li istituiscono sia quelle che prevedono l’adesione a fondi sanitari già esistenti, siano riconducibili alla parte obbligatoria o normativa del CCNL si trova nell’obbligatorietà o meno per l’azienda che non intenda aderire al fondo sanitario di garantire le previste prestazioni sanitarie tramite erogazione diretta o tramite corrispettivo.

La questione finora esposta è stata affrontata di recente dalla sentenza del Tribunale di Torino del 15 gennaio 2013. La fattispecie presa in esame dal Tribunale riguarda il Fondo EST, Ente di assistenza sanitaria integrativa del Commercio, del Turismo, dei Servizi e dei settori affini. Il CCNL per i dipendenti delle aziende del Terziario e dei Servizi del 14 luglio 2005 rinnovato il 30 marzo 2015 afferma che le quote versate per il finanziamento del Fondo EST sono da considerarsi parte integrante del trattamento economico. Il Tribunale di Torino ha condannato un’azienda che aveva omesso di iscrivere i propri dipendenti al fondo di assistenza sanitaria integrativa, obbligandola a risarcire gli stessi di una somma pari al costo sostenuto per le prestazioni sanitarie che sarebbero state loro rimborsate dal fondo qualora l’azienda avesse provveduto all’iscrizione. Il medesimo principio si applica, ad esempio, anche a al Fondo FAST, Fondo di assistenza sanitaria integrativa per i dipendenti da aziende del settore turismo.

La sentenza del Tribunale di Torino afferma che “le quote e i contributi per il finanziamento del fondo di assistenza sanitaria integrativa fanno parte del trattamento economico complessivo spettante al lavoratore, destituisce di fondamento la tesi (…) secondo cui l’azienda, non avendo aderito ad alcuna delle associazioni di categoria stipulanti, sarebbe vincolata soltanto all’applicazione della parte economico/normativa del CCNL e non già alle clausole contrattuali, quali quella relativa al Fondo EST, qualificate come obbligatorie, in quanto non disciplinanti direttamente il rapporto di lavoro ma costituenti obblighi esclusivamente a carico dei soggetti collettivi contraenti“.

In conclusione, la sentenza del Tribunale di Torino ribadisce la posizione del Ministero del lavoro estendendo l’obbligo di iscrizione al fondo di assistenza sanitaria a tutti i datori di lavoro che applicano il CCNL in esame, indipendentemente dall’iscrizione ad una delle parti firmatarie del contratto stesso. 

Nella tabella di seguito riportata si presentano i principali fondi contrattuali per ogni settore produttivo, i CCNL di riferimento e le parti sociali fondatrici.

Agricoltura FIA – Fondo sanitario impiegati agricoli

 

 

 

CCNL per i Dirigenti dell’Agricoltura del 25 febbraio 2009 e successive modifiche ed integrazioni ed il CCNL Quadri e Impiegati Agricoli del 28 luglio 1988 e successive modifiche ed integrazioni (ultimo rinnovo 23 febbraio 2017). Confederazione generale dell’agricoltura italiana; Confederazione nazionale coldiretti; Confederazione italiana agricoltori; Confederdia, Flai-Cgil, Fai-Cisl, Uila-Uil.
 

FIDA – Fondo sanitario integrativo di categoria per i dipendenti delle associazioni allevatori

CCNL per i dipendenti dalle Organizzazioni degli Allevatori Consorzi ed Enti Zootecnici del 4 ottobre 2010 e successive modifiche ed integrazioni Aia, Flai-Cgil; Frisba-Cisl, Uisba- Uil, Sandez e Confederdia
Alimentare  

FONSAP – Fondo sanitario integrativo per i lavoratori della panificazione e attività affini

 

 

 

CCNL per i lavoratori della panificazione e attività affini del 13 febbraio 2013 rinnovato il 17 maggio 2017.

 

 

 

Federazione italiana panificatori, panificatori pasticcieri ed affini; – Assopanificatori aderente a fiesa-confesercenti; – Federazione nazionale lavoratori agroindustria (Flai-Cgil); – Federazione agricola alimentare ambientale industriale italiana (Fai-Cisl); Unione italiana dei lavori agroalimentari (Uila-Uil).

 

FASA – Fondo assistenza sanitaria integrativa alimentaristi

 

 

CCNL per l’industria alimentare del 22 settembre 2009 rinnovato il 5 febbraio 2016.

 

Aidepi, Aiipa, Ancit, Anicav, Assalzoo, Assica, Assitol, Assobibe, Assobirra, Assocarni, Assolatte, Assodistil, Federalimentare, Federvini, Italmopa, Mineracqua, Una, Unionzucchero e Flai- Cgil, Fai-Cisl, Uila-Uil.

Artigianato SAN.ARTI – Fondo di Assistenza Sanitaria Integrativa per i lavoratori dell’artigianato

 

CCNL dell’Area Legno e Lapidei del 25 marzo 2014 rinnovato il 13 marzo 2018;

CCNL dell’Area Acconciatura, Estetica e Centri benessere del 3 ottobre 2011;

CCNL dell’Area Chimica – Ceramica del 25 luglio 2011 rinnovato il 14 dicembre 2017;

CCNL dell’Area Alimentari e della Panificazione del 27 aprile 2010 rinnovato il 23 febbraio 2017;

CCNL dell’Area della Comunicazione del 13 maggio 2014 rinnovato il 27 febbraio 2018;

CCNL dell’Area Tessile Moda del 25 luglio 2014;

CCNL dell’Area Meccanica del 15 gennaio 2015;

CCNL dell’Area Pulizia del 18 settembre 2014;

CCNL dell’area TAC-PMI del 25 luglio 2014;

CCNL dell’area Chimica-Ceramica Piccola Industria fino a 49dip. Del 10 giugno 2015.

Organizzazioni imprenditoriali dell’artigianato (Confartigianato Imprese, CNA, Casartigiani, C.L.A.A.I.,) e le organizzazioni sindacali confederali dei lavoratori (Cgil, Cisl e Uil).

 

 

Chimico Farmaceutico

FASCHIM – Fondo Nazionale di assistenza sanitaria integrativa per i lavoratori dell’industria chimica, chimico farmaceutica, delle fibre chimiche e dei settori abrasivi, lubrificanti e GPL, minerario e coibenti CCNL per gli addetti all’Industria Chimica, Chimico-Farmaceutica, delle Fibre chimiche e dei settori Ceramica, Abrasivi, Lubrificanti e GPL del 12 febbraio 2002 e successivi rinnovi;

CCNL Attività mineraria del 19 dicembre 2013;

CCNL Coibentazioni tecniche acustiche del 10 maggio 2006 rinnovato il 27 maggio 2010.

Federchimica, Farmindustria, Filcea-Cgil, Femca- Cisl, Uilcem-Uil, Ugl-Chimici, Failc-Confail, Fialc-Cisal.

 

 

Edilizia

 

ALTEA –  Fondo di assistenza sanitaria integrativa per i lavoratori del settore legno industria e dei settori industriali dei materiali da costruzione

 

LAPIDEI E INERTI:

CCNL stipulato con Marmomacchine e Anepla; CCNL stipulato con Aniem/Anier Confimi; CCNL Confapi Aniem; CCNL stipulato con Marmomacchine e Anepla del 28 giugno 2016;

 

LATERIZI E MANUFATTI CEMENTIZI:

CCNL Andil Assobeton;

CCNL Aniem/Anier Confimi, rinnovato;

CCNL Confapi Aniem del 23 giugno 2017.

 

CEMENTO, CALCE E GESSO:

Accordo di rinnovo del CCNL stipulato con Federmaco il 24 novembre 2015;

I CCNL stipulati con Aniem/Anier Confimi e con Confapi Aniem del 24 gennaio 2017;

 

LEGNO, SUGHERO, MOBILE, ARREDAMENTO, BOSCHIVI, FORESTALI E MANIGLIE:

CCNL stipulato con Federlegno Arredo;

CCNL stipulato con Unital Confapi del 18 aprile 2017;

CCNL stipulato con Confimi Legno;

 

CCNL per i lavoratori dipendenti da aziende esercenti la fabbricazione delle maniglie ed accessori per mobili stipulato da Feneal-Uil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil Monza e Brianza e Confindustria Monza e Brianza con Accordo del 24 Aprile 2014.

 

Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil.

 

Elettrici

FASG&P – Fondo di assistenza per i lavoratori dell’industria della gomma, cavi elettrici e affini e delle materie plastiche Parte I del CCNL per gli addetti all’industria della gomma, cavi elettrici ed affini e all’industria delle materie plastiche del 18 marzo 2010. Federazione gomma plastica e Airp e le Organizzazioni sindacali Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil e Ugl Chimici.
 

Energia Petrolio

FASIE – Fondo assistenza sanitaria integrativa al servizio sanitario nazionale per i lavoratori dell’industria settore energia

 

CCNL Energia e Petrolio del 22 gennaio 2013 rinnovato il 25 gennaio 2017;

CCNL Gas e Acqua del 10 febbraio 2011;

CCNL Industrie Ceramiche del 22 novembre 2010

rinnovato il 16 novembre 2016;

CCNL Vetro e Lampade del 1 gennaio 2015 rinnovato il 27 luglio 2016.

Asiep (Associazione Sindacale dell’Industria dell’Energia e del Petrolio confluita il 01/06/08 in Confindustria Energia)

Organizzazioni sindacali: Filcem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil.

 

 

Gommaplastica

FASG&P – Fondo di assistenza per i lavoratori dell’industria della gomma, cavi elettrici e affini e delle materie plastiche

 

Parte I del CCNL per gli addetti all’industria della gomma, cavi elettrici ed affini e all’industria delle materie plastiche del 18 marzo 2010. Federazione gomma plastica e Airp e le Organizzazioni sindacali Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil e Ugl Chimici.
Grafica FONDO SALUTE SEMPRE – Fondo di assistenza sanitaria integrativa per il personale dipendente delle aziende grafiche ed affini e delle aziende editoriali anche multimediali e per le aziende esercenti l’industria della carta e cartone, della cellulosa, pasta legno, fibra vulcanizzata e presfibra e per le aziende cartotecniche e trasformatrici della carta

 

CCNL per i dipendenti delle aziende grafiche ed affini e delle aziende editoriali anche multimediali del 30 maggio 2011 e successive modifiche ed integrazioni e CCNL per le aziende esercenti l’industria della carta e cartone, della cellulosa, pasta legno, fibra vulcanizzata e presfibra e per le aziende cartotecniche e trasformatrici della carta del 13 settembre 2012 rinnovato il 30 maggio 2016;

CCNL per i dipendenti di imprese radio-televisive private del 19 dicembre 2017 ed alle aziende del comparto videofonografico del 10 luglio 2014; il CCNL Esercizi Cinematografici del 15 giugno 2016.

Aie – Associazione italiana editori;

Anes – Associazione nazionale editoria di settore;

Assocarta – Associazione italiana fra gli industriali della carta, cartoni e pasta per carta;

Assografici – Associazione nazionale italiana industrie grafiche, cartotecniche e trasformatrici e dalle organizzazioni sindacali dei lavoratori:

Slc Cgil- Sindacato lavoratori comunicazione; Fistel Cisl; Uilcom; Ugl Chimici-Sindacato nazionale carta e stampa.

Legno ALTEA – Fondo di assistenza sanitaria integrativa per i lavoratori del settore legno industria e dei settori industriali dei materiali da costruzione Vid. Supra.

 

Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil.
Metalmeccanico MÈTASALUTE – Fondo sanitario lavoratori metalmeccanici

 

CCNL dell’industria metalmeccanica e dell’installazione d’impianti del 26 novembre 2016;

CCNL per gli addetti del settore orafo argentiero e della gioielleria del 25 luglio 2013 rinnovato il 18 maggio 2017.

Federmeccanica, Assistal e Fiom- Cgil, Fim- Cisl, Uilm- Uil.
Telecomunicazioni Fondo TLC – Fondo di assistenza sanitaria integrativa CCNL per i dipendenti di imprese esercenti servizi di telecomunicazione 23 ottobre 2009 e successive modifiche ed integrazioni. Assotelecomunicazioni Asstel e Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil.
Terziario Distribuzione Servizi FONDO EST – Ente di assistenza sanitaria integrativa del Commercio, del Turismo, dei Servizi e dei settori affini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CCNL per i dipendenti delle aziende del Terziario e dei Servizi del 14 luglio 2005 rinnovato il 30 marzo 2015;

CCNL per i dipendenti delle aziende del Turismo sottoscritto il 17 maggio 2005 e rinnovato l’8 febbraio 2018;

CCNL per i dipendenti da aziende ortofrutticole ed agrumarie del 9 agosto 2007 e rinnovato il 27 giugno 2017;

CCNL per i dipendenti da Aziende Farmaceutiche Speciali del 13.12.2007);

CCNL degli impianti e delle attività sportive profit e no profit del 22.12.2015

CCNL per i dipendenti delle Autoscuole e Studi di consulenza automobilistica del 13 dicembre 2016;

CCNL per il personale dipendente da imprese esercenti l’attività funebre del 7 luglio 2017.

Confcommercio- Imprese per l’Italia, Fipe, Fiavet e Filcams- Cgil, Fisascat- Cisl, UILtucs-Uil.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FONDO ASTER – Ente di assistenza sanitaria integrativa per i dipendenti delle aziende del commercio, del turismo e dei servizi

 

CCNL del Terziario, della Distribuzione e dei Servizi del 6 luglio 2004 e successivi rinnovi del 23 luglio 2008 e del 12 luglio 2016;

CCNL per i dipendenti delle aziende del Turismo del 22 luglio 2003 rinnovato il 31 luglio 2007.

Confesercenti, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil.
COOPERSALUTE– Fondo di assistenza sanitaria integrativa per i dipendenti da imprese della distribuzione cooperativa

 

 

 

 

 

  

 

 

CCNL per i dipendenti da imprese della distribuzione cooperativa sottoscritto il 2 luglio 2004. ·       Associazione nazionale cooperative di consumatori, Ancc coop; la Federazione nazionale cooperative di consumo e distribuzione, Federconsumo;

·       l’Associazione italiana cooperative di consumo;

·       la Federazione italiana lavoratori commercio, Turismo e Servizi, Filcams-Cgil;

·       la Federazione italiana sindacati addetti servizi commerciali affini e del Turismo, Fisascat-Cisl;

·       la Unione italiana lavoratori turismo commercio e servizi Uiltucs-Uil.

 

ASIM – Fondo di assistenza sanitaria integrativa del settore delle imprese esercenti servizi di pulizia, servizi integrati/multiservizi

 

 

 

 

 

CCNL per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati/multiservizi del 31 maggio 2011

 

Anip-Confindustria, Legacoop produzione e servizi, Federlavoro e Servizi-Confcooperative, Agci Servizi, Unionservizi-Confapi; Filcams Cgil, Fisascat Cisl, UILtrasporti-Uil.

Anip-Confindustria, Legacoop produzione e servizi, Federlavoro e Servizi-Confcooperative, Agci Servizi, Unionservizi-Confapi; Filcams Cgil, Fisascat Cisl, UILtrasporti-Uil.

FASIV – Fondo Assistenza Sanitaria Integrativa Vigilanza CCNL per dipendenti da aziende del settore vigilanza privata 2 maggio 2006 e successive modifiche ed integrazioni. Anivp, Assiv, univ, Agci, Confcooperative, Legacoop servizi, Filcams, Fisascat, Uiltucs.
FASDA – Fondo integrativo di Assistenza Sanitaria per i dipendenti dei Servizi Ambientali CCNL Federambiente (poi Utilitalia) 17.6.2011 e successive modifiche ed integrazioni; – Ccnl Assoambiente 21.3.2012 e successive modifiche ed integrazioni; Utilitalia E Fise Assoambiente; Fp Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Fiadel.
Tessile SANIMODA Fondo di assistenza sanitaria integrativa per i lavoratori dell’industria della Moda

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CCNL Tessile abbigliamento industria del 21 febbraio 2017;

CCNL Anfao – Occhialeria del 19 luglio 2016;

CCNL per i lavoratori addetti all’industria Calzature del 27 aprile 2017;

CCNL Pelle e cuoio del 23 dicembre 2016 (da settembre 2018);

CCNL Penne, Spazzole e Pennelli del 22 novembre 2016 (da luglio 2018); CCNL Giocattoli del 20 febbraio 2017 (da settembre 2018); CCNL Reti da Pesca (da gennaio 2019).

·       Smi; Assocalzaturifici; Anfao; Aimpes; Assospazzole; Assoscrittura; Assogiocattoli; Filctem Cgil, Femca Cisl, UILtec Uil.

 

 

 

 

 

 

 

 

FASIIL – Fondo assistenza sanitaria integrativa lavoratori servizi tessili e medici affini CCNL per i dipendenti dalle imprese del sistema industriale integrato di beni e servizi tessili e medici affini del 19 giugno 2013 Assosistema, Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil.
Trasporto SANILOG – Fondo di Assistenza Sanitaria Integrativa per i Dipendenti del Settore Logistica, Trasporto Merci e Spedizione CCNL Logistica, Trasporto Merci e Spedizione dell’1 agosto 2013. Anita, Assologistica, Confetra, Fedespedi, Fedit, TrasportounitoFiap, Legacoop servizi, Agci servizi e Federlavoro e servizi – Confcooperative e Filt Cgil, Fit Cisl e Uil trasporti.
Turismo FONDO EST – Ente di assistenza sanitaria integrativa del Commercio, del Turismo, dei Servizi e dei settori affini Vid. Supra. Confcommercio- Imprese per l’Italia, Fipe, Fiavet e Filcams- Cgil, Fisascat- Cisl, UILtucs-Uil.
FONDO ASTER – Ente di assistenza sanitaria integrativa per i dipendenti delle aziende del commercio, del turismo e dei servizi Vid. Supra. Confesercenti, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil.
FAST – Fondo di assistenza sanitaria integrativa

per i dipendenti da aziende del settore turismo

CCNL per dipendenti da aziende del settore Turismo 19 luglio 2003 rinnovato il 18 gennaio 2014 Federalberghi, Faita, Filcams, Fisascat, Uiltucs.
FONTUR – Fondo di assistenza sanitaria integrativa per i dipendenti delle aziende associate ad Aica e Federturismo CCNL Industria turistica del 9 luglio 2010 rinnovato il 14 novembre 2016;

CCNL Addetti degli impianti di trasporto a fune del 12 maggio 2016.

Aica, Federturismo, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil.

 

Iscriviti
alla newsletter
Confermo la presa visione dell’ informativa Privacy