News dal territorio

Commercio vista welfare: l’accordo sul territorio di La Spezia

Confcommercio La Spezia, associazione che riunisce oltre 2.000 imprese nel settore del Commercio e del Turismo, ha siglato un accordo con UBI Banca volto alla creazione di una partnership per diffondere il welfare aziendale sul territorio.

Proprio Confcommercio, conferma dunque la volontà di avviare un percorso di crescita, in primis culturale, sul tema del welfare aziendale. L’intento è di mettere a disposizione, in particolare delle piccole imprese, uno strumento utile, non solo a sviluppare il welfare aziendale al proprio interno, ma, soprattutto, alla creazione di un sistema circolare in cui le stesse possono anche essere fornitrici di servizi.

E i dati sembrano mostrare proprio che il settore commercio e del turismo spezino (si veda il Box 1), sta vivendo un processo di riconfigurazione che coinvolge, in primo luogo, proprio le PMI. Da qui si suggerisce anche l’esigenza di trovare nuove strategie per rispondere ai cambiamenti e alle trasformazioni, economiche, tecnologiche e del lavoro, in atto.

Box 1 – Commercio e Turismo a La Spezia

 

Commercio

Un settore, in provincia di La Spezia, da oltre 12.000 addetti di cui 8.709 in imprese fino a 9 addetti [Istat, 2016]. Con riferimento a un arco temporale di 5 anni (2012-2016) si può notare come complessivamente il settore abbia perso 552 addetti ( -4%) e mostri un processo di riconfigurazione verso attività di dimensioni più strutturate (50-249) che invece hanno registrato in tal senso una crescita.

Guardando alle imprese attive anche qui il dato di 4.778 (4.367 se si esclude il commercio di autoveicoli) denota un leggero calo se rapportato all’arco temporale 2010-2015 [Camera di Commercio,  2016] . Tale flessione sembra aver riguardato in particolare il commercio al dettaglio (-89 imprese attive) ma anche il comparto ingrosso (-76 imprese attive).

 

Turismo

In crescita invece le imprese attive nel settore turistico (alberghi e ristoranti) che nello stesso periodo hanno fatto registrare un saldo positivo (+ 111) passando dalle 1.977 del 2010 alle 2.088 [Camera di Commercio,  2016].

Non solo: i 6.840 addetti del 2012 sono andati crescendo sino ai 7.265 del 2016 concentrati in particolare imprese fino ai 50 addetti. E a sorprendere è proprio l’impennata di addetti in imprese di piccolissime dimensioni (fino a 9 addetti) che in 5 anni sono passati dai 5 447.29 del 2012 ai 5 656.53 2016 [Istat, 2016].

L’accordo, firmato lo scorso 6 giugno, dunque si inserisce in questo scenario mettendo a disposizione delle imprese associate a Confcommercio La Spezia la possibilità di accedere alla consulenza qualificata della divisione UBI Welfare e a strumenti tecnici quali la piattaforma “UBI Welfare Network”. Le imprese potranno anche aderire a un’ulteriore iniziativa di vocazione territoriale quale quella di “Welfare sotto casa” volta a promuovere la spendibilità del welfare sul territorio, secondo una logica di prossimità.

Questo proprio nella nell’ottica, già richiamata, di una valorizzazione del territorio in termini di benessere sociale e competitività del tessuto economico.

In foto:

  • Mariangela Albertotti – Responsabile Area Welfare e Protezione presso UBI Banca
  • Gianfranco Bianchi – Presidente Confcommercio La Spezia
Iscriviti
alla newsletter