News dal territorio

Anche le PMI artigiane a Varese si affacciano al welfare

A Varese il welfare aziendale non riguarda solo le grandi imprese. L’accordo dello scorso dicembre tra Confartigianato Varese, attraverso la società di servizi Artser, e UBI Banca sta registrando le prime adesioni ed entra nella fase operativa.

L’intenzione è quella di contribuire all’innovazione e alla crescita delle PMI artigiane e supportarle nel migliorare il benessere dei propri dipendenti con un occhio alla collettività di riferimento.

Come evidenzia Mauro Colombo, direttore generale di Confartigianato Varese e amministratore delegato di Artser, c’è la volontà da parte dell’associazione di diventare il collettore dei bisogni e delle risposte delle PMI.

PMI e artigiani, come noto, scontano ancora un gap evidente per quanto riguarda la diffusione del welfare aziendale nelle loro realtà produttive rispetto alla grande impresa. Questo in ragione principalmente delle dimensioni aziendali che rendono difficile introdurre, strutturare e gestire direttamente la materia.

In tal senso, l’accordo in questione, può contribuire ad ampliare la platea dei beneficiari del welfare aziendale anche ai dipendenti di aziende artigiane di piccole e medie dimensioni colmando, in parte, le difficoltà di accesso a soluzioni che per la loro complessità continuerebbero a restare per lo più appannaggio della grande impresa.

Sul fronte delle PMI inoltre è sempre più importante mettere in relazione il welfare aziendale sia con quelle che sono le reali esigenze dei lavoratori sia con gli obiettivi di miglioramento della qualità e produttività aziendale.

Lucia Pala, responsabile del servizio Area Lavoro di Confartigianato Imprese Varese, individua proprio in queste finalità, oltre che nella capacità di mantenere in azienda talenti ed elevate professionalità, le chiavi di sviluppo per la ripresa del settore.

Motivazioni in larga parte condivise anche dagli stessi imprenditori come Simone Pasqualotto, titolare della Setecs Engineering Srl di Mesero: “Gli obiettivi aziendali più ambiziosi si raggiungono con l’impegno e il coinvolgimento di tutti coloro che vi operano. Investire sul welfare significa investire anche sui sé stessi”.

Iscriviti
alla newsletter